ALBISSOLA      2

ARZACHENA   1

Reti: Cecconi, Cisco, Martignago (rig.)

Albissola: Piccardo, Balestrero (Damonte), Raja, Cais (Silenzi), Martignago (Bezziccheri), Oliana, Calcagno (Gulli), Oukhadda, Gargiulo, Cisco, Oprut. All.: Bellucci (a disp.: Bambino, Albertoni, Mahrous, Moretti, Sibilia, Durante, Bartulovic, Nossa).

Arzachena: Ruzittu, Bonacquisti, Moi, Cecconi, Sanna, Ruzzittu, Porcheddu, Danese, Manca, Baldan, Arboleda. All.: Giorico (a disp.: Carta, Pini, La Rosa, Gatto, Onofri, Trillò, Diop).

Arbitro: Di Graci di Como (Vono di Soverato, Del Santo di Siena).

Chiavari. Una vittoria che vale doppio, anzi triplo, come ha sottolineato in sala stampa mister Claudio Bellucci, sommerso al triplice fischio dall’abbraccio di tutti i suoi giocatori. Vittoria importante, contro una diretta concorrente nella lotta per la salvezza, passata in vantaggio grazie ad una rete del neoacquisto Cecconi, che aveva poc’anzi commesso fallo su capitan Gargiulo, rimasto a terra dolorante. Dopo la rete ospite, però, l’Albissola ha iniziato ad imporre il suo gioco, trovando sùbito il pareggio con Cisco, servito al bacio da Martignago, al termine di una pregevolissima azione corale. Nel finale di primo tempo, poi, la rete del sorpasso di Martignago, decimo centro in stagione, dal dischetto dopo una evidente strattonata ai danni di Damonte.